cerimonia di premiazione_foto di gruppo

Asinelli solitari. Inaugurata la 31° edizione del SI FEST a Savignano

Nello scorso week end è stata inaugurata la trentunesima edizione del SI FEST, il festival di fotografia nato nel 1992 a Savignano sul Rubicone (FC).

Il festival – che continuerà nei due weekend successivi – si svolge nella sua edizione 2022 sotto la nuova direzione artistica di Alex Majoli, reporter dell’agenzia Magnum, e ha come titolo un omaggio a Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita: Asinelli solita­ri.

Domenica 11 settembre sono stati proclamati i vincitori dei due premi, per un totale di 9.000 euro messi a disposizione dal SI FESTe destinati a talenti emergenti della fotografia: Sanae Mazouz, classe 1999, di Castella (Genova) è la vincitrice del XXI Premio Pesaresi con il progetto Subtle Maze, mentre Fabio Magara si aggiudica il Premio Portfolio “Werther Colonna” con il lavoro Protocollo K.

Le letture dei portfolio tenute nelle giornate inaugurali hanno visto passare sui tavoli dei 13 esperti, 65 portfolio presentati da 54 iscritti. A questi dati per la sezione letture portfolio, si aggiunge il grande successo registrato dalle visite guidate e il dato dell’afflusso continuo e in crescita alle 23 mostre in programma.

Erano presenti alla cerimonia svoltasi nel cortile della scuola primaria “Dante Alighieri”, il sindaco di Savignano sul Rubicone, Filippo Giovannini, il direttore del festival Alex Majoli, Isa Perazzini, il presidente dell’associazione Savignano Immagini e madre di Marco Pesaresi – fotografo scomparso prematuramente al quale è intitolato il Premio omonimo in suo ricordo – Mario Beltrambini, vicepresidente dell’associazione Savignano Immagini, Kristian Gianfreda, assessore ai Servizi sociali del Comune di Rimini che sostiene il Premio Pesaresi in compartecipazione con il Comune di Savignano sul Rubicone e Maria Cristina Bonfiglioli, per la famiglia di Werther Colonna che sostiene il premio Portfolio “Werther Colonna” SI FEST 2022. 

XXI PREMIO MARCO PESARESI PER LA FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA

SUBTLE MAZE  di Sanae Mazouz

È stato eletto vincitore tra i 158 progetti fotografici partecipanti quello intitolato Subtle Maze della fotografa Sanae Mazouz che sarà esposto nell’ambito della prossima edizione di SI FEST, nel settembre 2023. La giuria, presieduta dal direttore artistico Alex Majoli e composta da Mario Beltrambini (vicepresidente di Savignano Immagini), Piero Delucca (Comune di Rimini), Andrea de Franciscis (vincitore del Premio Pesaresi 2021) e Giulietta Palumbo (editorial director Magnum Photos), lo ha premiato “Per aver presentato immagini coscientemente coraggiose, che costruiscono una narrazione in grado di accompagnarci dentro la dimensione intima e familiare della società marocchina. L’autrice bilancia perfettamente scrupolo e urgenza espressiva nel fotografare con sincerità e libertà una sfera tanto privata, indagata in forma viva e autentica. Il suo linguaggio unisce una potente energia sorgiva e una direzione estetica chiara e contemporanea, che promettono esaltanti sviluppi. In questo senso il Premio recupera le ragioni primigenie del suo esistere, riconoscendo e scommettendo sul valore crescente dello sguardo della giovanissima autrice”.

PREMIO PORTFOLIO “WERTHER COLONNA” SI FEST 2022

PROTOCOLLO K.  di Fabio Magara

La giuria del premio, composta da Mario Beltrambini, vicepresidente di Savignano Immagini, Fulvio Merlak, presidente onorario Fiaf – Federazione italiana associazioni fotografiche, Maria Cristina Bonfiglioli, famiglia Colonna, Thomas Dworzak. fotografo, Giulietta Palumbo, editorial director Magnum Photos, e  Laurence Cornet, photo editor di Le Monde, ha premiato Protocollo K. di Fabio Magara, classe 1981, di Tuoro sul Trasimeno, perché “Usa la fotografia per rappresentare un evento storico dimenticato, stimolando la memoria creativa e utilizzando il mezzo fotografico fra gioco e posizione politica”. 

Secondo classificato Christian Velcich con il progetto Under the fleece premiato per “l’utilizzo spontaneo del linguaggio fotografico nella sua semplicità, specchio di una realtà rurale tuttora inesplorata”. Menzione speciale al progetto di Simone Martinetto Passaggio di consegne, per “il lavoro svolto con i bambini unici veri protagonisti di questo tempo”.

“Ho sempre voluto che SI Fest lavorasse con e per le giovani generazioni – ha dichiarato il Sindaco Filippo Giovannini–. Con questa edizione le fotografie sono entrate nelle scuole e sono pensate per ragazzi e ragazze e rivolte a tutti; per questo ringrazio il direttore Alex Majoli, per avere ideato e condiviso questo percorso, coraggioso e rivoluzionario. Le mostre ci sconvolgono, e ci coinvolgono come spettatori nel nostro essere e in maniera completa: pancia, cuore e testa. Gli ottimi risultati già ottenuti in questi primi tre giorni di apertura delle mostre ci confermano che la strada è quella giusta, e ci fanno guardare con ancor maggiore entusiasmo il 2023”.

“Quando inizierà la scuola queste fotografie saranno in classe, per me è importantissimo – ha affermato Alex Majoli –. Ringrazio tutti i ragazzi, i volontari, lo staff e gli assistenti che ci hanno aiutato in questo festival che io non volevo accettare. Ora tornerò a fare il fotografo, è quello che sono. Nel frattempo penserò a qualcosa per il prossimo anno, se ci sarà l’occasione di tornare”.

Tutte le mostre del SI FEST saranno visitabili il 17 e 18 settembre e l’1 e 2 ottobre con orario 10-20. Nei giorni 17 settembre e 1 ottobre le mostre presso l’Istituto Comprensivo “Giulio Cesare” saranno visitabili nell’orario 15-20.

SI FEST 

Corso Gino Vendemini, 51, Savignano sul Rubicone FC

il 17 e 18 settembre e l’1 e 2 ottobre

www.sifest.it

Sanae Mazouz, Subtle Maze
Protocollo K. © Fabio Magara