Canon EOS R5 e R6, mirrorless full frame in arrivo

Rivelati i dettagli delle fotocamere che proiettano Canon al vertice del settore delle mirrorless professionali.

Canon è entrata piuttosto presto nel mondo delle mirrorless. Nel 2012 uscì infatti la EOS M, una mirrorless con sensore APS-C che porto con sé una nuova baionetta, la EF-M. Era più che lecito al tempo pensare che a breve termine sarebbero arrivate anche delle mirrorless con sensore a formato pieno per affrontare a viso aperto Sony che stava sottraendo quote di mercato a tutti i marchi nel settore professionale con la sua serie di mirrorless A7 presentata alla fine del 2013. Invece abbiamo dovuto aspettare fino al 2018 per vedere le prime due mirrorless full frame di Canon, la EOS R e la EOS RP. E Nikon non si è comportata diversamente da Canon, anzi. Secondo i vertici di Canon Italia questo ritardo è servito per entrare nel mercato al momento giusto; infatti nel 2019 la vendita di mirrorless ha raggiunto il 46% del mercato e nel 2020 si prevede il sorpasso nei confronti delle fotocamere reflex. Questi dati sono sicuramente esatti, ma sono molto distanti dalla percezione del pubblico che invece da anni vede nelle mirrorless la fotocamere del presente e del futuro e probabilmente se Canon e Nikon fossero state più celeri nel seguire le richieste del mercato il sorpasso sarebbe avvenuto molto prima.
Nel test della EOS R, pubblicato su Fotografare #4, inoltre avevamo fatto notare come nonostante si trattasse di una fotocamera di assoluta qualità, il progetto si fosse rivelato ancora acerbo. Ora è arrivato il momento per Canon di fare finalmente sul serio con le fotocamere EOS R5 e R6 e cercare di recuperare il tempo perduto per porsi al vertice di questo settore e le premesse sono più che incoraggianti.
Dobbiamo innanzitutto capire dove si pongono queste due nuove arrivate all’interno del mondo Canon: la EOS R5 è da considerarsi uno sviluppo in chiave mirrorless della reflex EOS 5D Mark IV, ma non sappiamo dirvi al momento se questo vorrà dire che non vedremo mai una EOS 5D Mark V. EOS R5 è quindi un prodotto che si rivolge ai tanti professionisti legati al mondo Canon desiderosi di continuare a rivolgersi al loro marchio preferito per passare alle fotocamere mirrorless. La EOS R6 per assonanza dovrebbe considerarsi lo sviluppo della EOS 6D Mark II, invece il discorso è leggermente più complesso; sicuramente ci sono delle affinità con questo corpo macchina, ma la EOS R6 si propone di fare un passo in avanti e porsi come sostituto anche della reflex APS-C votata alla velocità per eccellenza, la EOS 7D Mark II, grazie a prestazioni velocistiche che il progetto EOS 6D non ha mai avuto. La EOS R6 quindi combina il meglio dei due corpi reflex: sensore a pieno formato e velocità operativa.
EOS R5 e EOS R6 nascono con profonde differenze e alcune importanti similitudini …

Articolo estratto dal numero 12 di “Fotografare”, Agosto/Settembre 2020

Vuoi pubblicare le tue fotografie sul sito fotografaremag.it e sulla rivista Fotografare? Hai un portfolio al quale vuoi dare visibilità? Inviaci i tuoi lavori, i migliori saranno recensiti e pubblicati.