Smartphone su posizione grandangolo, abbassarsi fino a far scomparire il piano sul quale si trova la ragazza in modo che entrambi i soggetti sembrino sul medesimo scalino e vicini tra di loro.

SMARTFOTOGRAFIA – Una questione di prospettiva

Un po’ di teoria e, soprattutto, di pratica su come si comporta l’obiettivo di uno smartphone in funzione della prospettiva dell’inquadratura.

L’impostazione grandangolodel nostro smartphone, utilizzata per realizzare le fotografie pubblicate in queste pagine, dà l’impressione che i soggetti ripresi siano più lontani di quanto appaiano nella realtà. Ciò è dovuto al fatto che l’angolo di campo dell’obiettivo è più ampio del nostro cosiddetto “campo visivo di attenzione”. Al contrario, quando usiamo la posizione teleobiettivo, la prospettiva cambia e risulterà schiacciata, pertanto i soggetti che sembreranno più vicini tra loro.

Per ottenere le immagini che illustrano questo articolo dobbiamo mantenere l’obiettivo dello smartphone sul grandangolare, cioè  sulla posizione di default. Fondamentale sarà trovare un luogo adatto per rendere credibile l’effetto di prospettiva che vogliamo ottenere. Ideale è una lunga scalinata inframmezzata da qualche pianerottolo, in quanto quest’ultimo consentirà al soggetto più vicino di risultare molto più grande di quello lontano. In pratica, basta sistemare al bordo più vicino del pianerottolo il soggetto destinato ad interpretare il gigante e al bordo più lontano il secondo soggetto destinato a somigliare a un nano. Indispensabile per la riuscita di questa tecnica di ripresa è che i due soggetti interagiscano tra loro, altrimenti il risultato sarà poco credibile. In queste pagine vi forniamo alcuni suggerimenti, ma considerate che la fantasia non ha limiti, per cui potete cimentarvi con gli effetti più diversi.

La profondità di campo

Per ottenere una foto corretta con questa tecnica è importante sapere cosa si intende in fotografia per “profondità di campo” ed è ciò che consente di avere a fuoco contemporaneamente sia il soggetto più vicino, sia quello più lontano. Per “profondità di campo” si definisce una fascia variabile di nitidezza che si estende prima e dopo il punto di fuoco; molto utile per concentrare l’attenzione solo sulle zone importanti dell’immagine e sfocare il resto. Nel nostro  caso è necessario avere il massimo della profondità di campo così da avere nitidi entrambi i soggetti collocati a distanze diverse dal punto di ripresa. 

A tal proposito è utile sapere che il massimo della profondità di campo si ottiene mantenendo l’ottica dello smartphone sulla posizione base, senza impostare la posizione teleobiettivo. In  alcuni modelli è presente anche la posizione chiamata “ampio” che si riferisce a un super grandangolare, per cui sarà utile fare delle prove anche su questa impostazione per avere il massimo dell’effetto voluto. Consigliamo inoltre di mettere a fuoco con la modalità touch, cioè toccando lo schermo, su una zona intermedia tra i due soggetti in modo che la fascia di  nitidezza sia sufficiente per averli tutti e due ben nitidi.

Poi non resta che riprendere, ad esempio la scalinata che vedete nelle immagini, abbassando il punto di ripresain modo da dare l’impressione che la scalinata sia continua. Solamente così il trucco sembrerà credibile; i soggetti dovranno sembrare entrambi sullo stesso scalino e vicini tra loro. Con qualche prova di inquadratura ci riuscirete sicuramente. Aspettiamo allora in redazione le fotografie con le vostre idee.

di Antonio Arminio

Il complice con il piede sollevato vicino al fotografo, sembra schiacciare con la scarpa i soggetti lontani dal primo piano che sembrano piccolissimi e cercano di sorreggere il peso.
Non possiamo impiegare la tecnica del selfie in quanto, pur allungando il braccio, la testa risulta troppo vicina all’obiettivo e la fotocamera non riesce a mettere a fuoco tutti i soggetti; è necessario, quindi, avere un aiutante.

Vuoi pubblicare le tue fotografie sul sito fotografaremag.it e sulla rivista Fotografare? Hai un portfolio al quale vuoi dare visibilità? Inviaci i tuoi lavori, i migliori saranno recensiti e pubblicati.