mostra fotografica alfred hitchcock
Kim Novak e James Stewart nel film La donna che visse due volte (1958) ©Universal Pictures

“ALFRED HITCHCOCK. Nei film della Universal Pictures”: gli scatti dai set dei film più celebri del cineasta inglese fino al 1° settembre a Pisa

Un percorso espositivo attraverso i capolavori del regista inglese del brivido. Settanta fotografie scattate sul set o nel backstage di film come “Psyco”,“Gli Uccelli”, “La finestra sul cortile”, per scoprire segreti e curiosità sulla realizzazione delle scene che hanno terrorizzato e incantato spettatori di tutto il mondo.

È stata inaugurata lo scorso 7 aprile la mostra “ALFRED HITCHCOCK. Nei film della Universal Pictures”, dedicata al regista inglese naturalizzato statunitense che ha segnato la storia del thriller cinematografico. L’esposizione ospitata dal Museo della Grafica di Pisa fino al 1° settembre, curata da Gianni Canova, prodotta e organizzata da ViDi, indaga sulla figura del regista e su particolari curiosi delle sue pellicole più famose, proiettando lo spettatore direttamente sul set delle scene più iconiche.
«Hitchcock, come hanno detto i critici della nouvelle vague – afferma Gianni Canova – è stato uno dei più grandi creatori di forme di tutto il Novecento. I suoi film, per quante volte li si riveda, sono ogni volta una sorpresa. Aprono nuove prospettive attraverso cui osservare il mondo e guardare la vita».

COSA VEDERE…
Il percorso espositivo è strutturato in modo da far rivivere al pubblico le scene da brivido e la tensione creata dal regista attraverso l’abile gestione delle camere da presa nei suoi capolavori prodotti dalla Universal Picture. Primo fra tutti il film record di incassi “Psyco” (1960), un viaggio emozionante nel dietro-le-quinte del Motel Bates, per riscoprire l’inquietante personaggio di Norman, la doppia personalità di Marion e la celebre scena della doccia.
Un’intera sala del Museo è dedicata al film “Gli Uccelli” (1963), pellicola innovativa e rivoluzionaria che, dopo tre anni di meticolosa produzione, introdusse effetti speciali e sonori con ben 370 trucchi di ripresa, per un risultato mozzafiato.
L’itinerario prosegue con l’iconico film “La finestra sul cortile”(1954), con James Stewart nei panni del fotoreporter “Jeff” Jeffries che, costretto su una sedia a rotelle, per vincere la noia delle sue giornate spia la vita dei suoi vicini dalla propria finestra, convincendosi che in un appartamento di fronte al suo si sia consumato un delitto. 
Il materiale fotografico analizza tanti altri capolavori firmati da Hitchcock: “Sabotatori” 1942), “L’ombra del dubbio”(1943), “Nodo alla gola”(1948), “La congiura degli innocenti”(1955), “L’uomo che sapeva troppo”(1956), “Marnie” (1964), “Il sipario strappato” (1966), “Topaz” (1969), “Frenzy” (1972) e “Complotto di famiglia” (1976).
Lungo tutto il percorso espositivo lo spettatore è accompagnato da filmati di approfondimenti del curatore Gianni Canova.

COSA ASCOLTARE
Una sezione della mostra è interamente dedicata alla musica che ha connotato i film del regista inglese, tra cui quelle di Bernard Hermann (compositore di colonne sonore per “La donna che visse due volte”e “Psyco”), parte integrante e fondamentale di quel crescente senso di attesa che ha da sempre impressionato il pubblico.
Chiude idealmente l’esposizione un montaggio con le celebri e fugaci apparizioni di Hitchcock sulla scena. Nati come simpatiche gag, i cammei divennero col tempo una vera e propria superstizione. Il pubblico iniziò ad attenderli con impazienza e per evitare che lo spettatore si distraesse troppo durante il film, il regista decise di anticiparli alle primissime scene.

LA MOSTRA

ALFRED HITCHCOCK. Nei film della Universal Pictures”
7 aprile – 1 settembre
a cura di Gianni Canova

Museo della Grafica – Palazzo Lanfranchi
Lungarno Galileo Galilei, 9 – Pisa

Orari: Lunedì – domenica: 09.00 – 20.00
Biglietti: intero: € 9; ridotto: € 7

Catalogo disponibile

Info: tel. 050-2216060 | museodellagrafica@adm.unipi.it
www.museodellagrafica.unipi.it

  • Alfred Hitchcock ©Universal Pictures
  • Alfred Hitchcock regge un ciak durante le riprese di Psyco (1960) ©Universal Pictures
  • Alfred Hitchcock sul set del film Gli uccelli ( 1963), 1963 ©Universal Pictures
  • Alfred Hitchcock sul set di Psyco ©Universal Pictures
  • Doris Day e James Stewart ne L’Uomo che sapeva troppo (1956), 1956 ©Universal Pictures
  • Grace Kelly e James Stewart durante le riprese del film La finestra sul cortile, 1954 ©Universal Pictures
  • James Stewart spia fuori dalla finestra con un teleobiettivo nel film La Finestra sul cortile (1954), 1954 ©Universal Pictures
  • La famosa scena della doccia con Janet Leigh in Psyco (1960) ©Universal Pictures
  • Tippi Hedren nella celebre scena dell’attacco alla scuola nel film Gli uccelli (1963) ©Universal Pictures