PhotoContest del WeLand Photofest

Il paesaggio siamo noi. La call per partecipare al photo contest del WeLand Photofest è aperta fino al 20 ottobre

Inserito nell’ambito del festival di fotografia WeLand Photofest, che si terrà a Specchia, in provincia di Lecce, dal 3 al 10 novembre, il concorso  fotografico Il paesaggio siamo noi è promosso dall’Associazione Culturale Photosintesi di Casarano (LE) vuole rappresentare un’indagine sull’invisibile ma costante interazione fra uomo e ambiente.
Il termine di scadenza per partecipare alla call è fissato al 20 ottobre 2019. Il contest pone l’attenzione su un tema quanto mai attuale e dibattuto. Prende spunto da una frase pronunciata da Edward Lorenz nel 1962, “Il battito d’ali di una farfalla in Brasile può generare una tempesta in Texas”: la più piccola e apparentemente insignificante azione può, infatti, cambiare notevolmente un sistema più grande. Allo stesso modo l’interazione tra uomo e ambiente avviene nella nostra più totale inconsapevolezza. Ogni giorno, i nostri più piccoli gesti influenzano, o sono influenzati, dallo spazio che ci circonda: il caffè che beviamo la mattina e non sappiamo da quale piantagione provenga, le cicche che gettiamo a terra senza considerarne le conseguenze.
L’uomo è da sempre protagonista attivo del paesaggio, che plasma e influenza a seconda delle sue necessità. Proprio da qui nasce la necessità di raccontare, attraverso la fotografia, la nostra relazione con il pianeta che abitiamo, dall’esigenza di riflettere su queste interconnessioni divenute inconsapevoli e troppe volte dannose, per noi e per l’ambiente. I Friday for future e le manifestazioni che hanno fatto il giro del mondo negli ultimi mesi dimostrano che l’argomento non si può più rimandare e che riguarda tutti: è necessario fermarsi, riflettere, e cambiare.
La fotografia è da sempre uno strumento mediatico dal forte impatto emotivo, e anche in questo caso si rivela il mezzo migliore per veicolare questo messaggio, per svolgere questa indagine introspettiva nel nostro quotidiano nelle azioni che compiamo in connessione con lo spazio circostante.

COME PARTECIPARE
Per partecipare alla selezione occorre inviare un progetto fotografico con un titolo, costituito da 5 a 12 immagini in formato .jpg (150 dpi max larg. 2000px), accompagnato da un breve testo esplicativo o critico (max 1000 battute), una biografia dell’autore completa di dati personali (mail, recapiti e indirizzo). I file devono essere nominati nella seguente modalità: Cognome_Nome_TitoloDellaFoto. Il materiale va inviato alla mail welandfest19@gmail.com. Ciascun autore può presentare, individualmente o in gruppo in forma di collettivo, un solo progetto, entro e non oltre il 20 ottobre 2019.
La partecipazione è aperta a fotografi e fotoamatori italiani e stranieri, previo versamento della quota di 20 Euro a titolo di rimborso spese, da versare tramite Paypal (utilizzando l’apposito link).
In palio, per il 1° classificato, l’esposizione del progetto nel Castello della città di Specchia per tutta la durata del WeLand Photofest. I progetti 2°, 3°, 4° e 5° classificati, invece, verranno proiettati nella stessa occasione. I vincitori saranno annunciati entro il 25 ottobre 2019 via web sul sito dell’associazione e su tutti i canali social del festival.
I progetti saranno valutati dalla Giuria di esperti del WeLand Photofest, composta da: Leonello Bertolucci, fotografo, giornalista e docente di fotografia le cui foto sono apparse su testate quali Time, Paris-Match, Epoca, ecc.; la curatrice Benedetta Donato, fondatrice di pianoBI per il quale cura progetti espositivi ed editoriali; Nicolas Lozito, giornalista e photoeditor per “Il Messaggero” di Roma, dove si occupa di grafica e fotografia; il fotografo e docente Lorenzo Papadia, tra i primi tre vincitori del contest “25 Polaroids” organizzato da Feature Shoot; la giornalista, critica e phototutor Barbara Silbe, responsabile della rivista di cultura fotografica “EyesOpen!”, collaboratrice di varie testate tra cui “Style, Il Fotografo, Donna Moderna” e altre.

L’Associazione Culturale Photosintesi, organizzatrice del concorso fotografico e del festival, è divenuta un punto focale della cultura contemporanea e fotografica salentina. Comprende soci di ogni fascia d’età, accomunati dalla passione per l’arte e per la fotografia e da un forte desiderio di stare insieme, come suggerisce l’etimologia stessa del nome sintesi. Un gruppo di amici, che della propria passione fanno occasione di scoperta e condivisione.

IL CONCORSO
Il paesaggio siamo noi

Scadenza invio opere: 20 ottobre 2019

Info su www.photosintesi.it 
Pagina Facebook: @welandfest