Si può usare l’immagine di un personaggio noto senza il suo consenso?

La riflessione di questo numero prende spunto da una sentenza del Tribunale delle Imprese di Torino che ci potrà far riflettere su come possa essere utilizzata l’immagine di una persona nota, sia essa attore o personaggio pubblico, senza il preventivo consenso della stessa o di coloro che ne sono titolari del diritto d’immagine, ossia gli eredi, se i soggetti delle immagini non sono più in vita.
Il caso che ha attirato la mia attenzione riguarda, in particolare, l’utilizzo commerciale di alcuni fotogrammi di un film che ritraevano una celebre attrice scomparsa diversi anni fa; poiché non vi era stato il preventivo consenso degli aventi diritto (eredi), dopo aver inibito l’ulteriore pubblicazione delle immagini, il Tribunale ha condannato gli autori della violazione al risarcimento del danno, incluso il cosiddetto “annacquamento dell’immagine”, dovuto a una perdita di valore commerciale della stessa perché utilizzata in modo da ledere il decoro, la reputazione e l’onore della persona ritratta.

L’articolo 96 della legge sul diritto d’autore dispone che: “Il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il consenso di questa, salve le disposizioni dell’articolo seguente.”. Dopo la morte invece si applica l’art. 93 c. 2: “occorre il consenso del coniuge o dei figli, o, in loro mancanza, dei genitori: …”. Inoltre, relativamente all’abuso dell’immagine altrui, l’articolo 10 del codice civile dispone che qualora “l’immagine delle persone, dei genitori, del coniuge o dei figli sia stata esposta o pubblicata fuori dei casi in cui l’esposizione o la pubblicazione è dalla legge consentita, ovvero con pregiudizio al decoro o alla reputazione della persona stessa o dei detti congiunti, l’autorità giudiziaria, su richiesta dell’interessato, può disporre che cessi l’abuso salvo risarcimento di danni.”.
Come sempre la legge prevede la possibilità di contemperare il suddetto divieto con l’articolo 97 L.d.a.: “quando la riproduzione dell’immagine è giustificata dalla notorietà o dall’ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico. Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l’esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all’onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta”.
La combinazione degli articoli sopra enunciati ci permette di delineare i limiti di utilizzo dell’immagine altrui; infatti, la Suprema Corte di Cassazione si è più volte espressa nel ritenere illecito l’utilizzo dell’immagine altrui quando essa non trovi ragione in finalità di pubblica informazione ma, senza il consenso dell’interessato, abbia solo fini di sfruttamento economico e commerciale. In questo caso non sarà tutelato solamente il diritto d’autore e quindi la possibilità per il personaggio noto di sfruttare economicamente la propria immagine, ma dovrà essere tutelata anche la sua sfera privata, mettendolo al riparo da aggressioni e/o danneggiamenti, qualora non sia ravvisato un interesse pubblico alla divulgazione delle foto ex articolo 97 L.d.a.
In questi casi, il diritto di cronaca e l’interesse pubblico alla conoscenza di alcuni fatti e/o persone devono essere con- temperati dal diritto costituzionalmente garantito alla riservatezza e alla privacy anche delle persone famose o balzate agli onori delle cronache. L’interesse commerciale e di sfruttamento economico delle immagini riceve una tutela inferiore dall’ordinamento e se il titolare del diritto non autorizza espressamente la pubblicazione delle foto, si rischia di ritrovarsi davanti al Tribunale delle Imprese.

(articolo pubblicato su Fotografare #8, febbraio/marzo 2020)

AUTORE: 

Avv. Mirko Persichilli
Avvocato civilista, specialista Privacy certificato UNI 11697:2017
Per informazioni o richieste di argomenti da trattare scrivete a:
info@studiopersichilli.it 
www.studiopersichilli.it