SIFest di Savignano sul Rubicone

Al SIFest di Savignano sul Rubicone, dal 13 settembre le “Seduzioni” raccontate nelle opere degli artisti ospiti

Il festival di fotografia più longevo d’Italia torna, dal 13 al 15 settembre, per un fine settimana ricco di mostre ed eventi imperdibili, unendo autori del panorama fotografico italiano che con le loro opere racconteranno il fascino e il mistero delle “Seduzioni”.

C’è grande attesa per la 28° edizione del SIFest, il prestigioso festival di fotografia che tornerà ad animare la città di Savignano sul Rubicone (FC) il 13, 14 e 15 settembre e nei due weekend successivi, con un tema nuovo e originale, quello scelto da Denis Curti per il suo ritorno alla direzione artistica dopo le edizioni dal 2001 al 2006.  “Seduzioni. Fascinazione e mistero”:le opere degli autori invitati ad esporre le proprie opere all’interno del festival racconteranno quell’esigenza naturale e comune a tutti gli esseri viventi del condurre a sé, come suggerisce l’etimologia stessa del termine. Attrarre, guidare verso di sé chi o ciò che ci completa, un bisogno che spesso si traduce in un possedere, in legami non sempre fertili.
Denis Curti ha invitato a partecipare autori capaci di declinare la “Seduzione” in tutte le sue forme, come meccanismo che interessa tutti gli aspetti della nostra quotidianità, gli interessi, le ambizioni, le passioni, gli impegni sociali. Lavori che proietteranno lo spettatore oltre le apparenze, spingendolo ad andare oltre i preconcetti di “fascino” e “attrazione”, un’indagine introspettiva da cui uscire consapevoli e, in qualche modo, sedotti.
SIFest 2019 ospiterà anche la settima tappa del Portfolio Italia 2019 – Gran Premio Fujifilm, occasione preziosa per i fotografi emergenti di affermarsi all’interno di un altro prestigioso festival ed inserirsi nel circuito del Gran Premio. 
Le letture portfolio saranno della durata di 20 minuti e si terranno in Piazza Borghesi:
sabato 15 settembre ore 9.20-12.20 e ore 15-18
domenica 16 settembre ore 9.20-12.20

COSA VEDERE: LE MOSTRE
Il programma è fitto e articolato, tante le mostre proposte al pubblico, varie quanto molteplici sono le sfumature del tema scelto. Un programma che comprende nomi di autori di fama internazionale, tutti provenienti dal panorama fotografico italiano, che in vario modo hanno saputo interpretare le ossessioni e le fascinazioni cui siamo soggetti.
Tra le tante, citiamo qui la mostra proposta da Cesare CicardiniThe new Burlesque”: la seduzione si fa spettacolo nelle immagini delle ballerine di burlesque, per le quali il successo non è tanto la bellezza quanto il saper affascinare. Nelle immagini che costituiscono la mostra “Witness”di Marco Craig gli oggetti appartenuti ai grandi dello sport diventano simboli in grado di affascinare ed emozionare attraverso la storia che raccontano. Il progetto di Chiara Fossati dal titolo “Villaggio dei Fiori”, vincitore del Premio “Marco Pesaresi” 2018 in occasione del SIFest 2018, racconta le storie di chi vive intorno a via dei Gigli, nella periferia ovest di Milano, documentando i rapporti comunitari all’interno di contesti urbani considerati ancora marginali e problematici in un costante bisogno di attrazione reciproca, di vita condivisa e di legami comunitari. In “Fabrizio De André. Sguardi randagi” di Guido Harari è la musica ad essere soggetto della fascinazione, in particolare quella del suo cantautore preferito, di cui offre un intimo reportage. Con Guiltless di Lady Tarin la seduzione è riportata al suo meccanismo più immediato, quello del corpo. Le sue immagini di nudi femminili emanano erotismo e sensualità, senza scadere nella banalità della pornografia e della volgarità.

PREMIO MARCO PESARESI 2019
Giunto alla sua diciottesima edizione, il Premio, istituito nel 2001 e realizzato in partnership con i Comuni di Forlì, Ravenna e Rimini, è nato con l’intento di promuovere e premiare ricerche e produzioni di fotogiornalismo connotate da aspetti di innovazione e progettualità, celebrando il genio artistico del fotografo riminese Marco Pesaresi, scomparso prematuramente nel 2001. Possono parteciparvi fotografi di qualsiasi nazionalità nati a partire dal 1979, suggerendo un progetto da portare a termine grazie al finanziamento del premio, dal valore di 5.000 euro. Il progetto vincitore avrà inoltre il diritto di essere esposto alla prossima edizione del SIFest. “Sono davvero felice di essere tornato al SI FEST – afferma Denis Curti – per me significa ritrovare sentimenti sinceri. Amici di lunga data. Luoghi e paesaggi che mi sono familiari. La sfida è importante e la sento tutta. Non voglio sorprendere nessuno. Voglio solo portare un contributo ulteriore alla diffusione della cultura fotografica. Mi sembra giusto farlo insieme al primo festival fondato in Italia. Credo che questa manifestazione abbia insegnato molto a tutti gli operatori del settore, me compreso, naturalmente. Un evento che, nel tempo, ha sempre cercato di allargare i confini della fotografia.”.

SIFest 2019
Seduzioni. Fascinazione e mistero”
13-14-15, 21-22, 28-29 settembre
Savignano sul Rubicone (FC)

Tutte le info e i bandi su www.sifest.it | info@savignanoimmagini.it
Tel. 0541 941895 | www.facebook.com/savignano.immagini | www.instagram.com/sifest

  • Guido Harari, Fabrizio De Andrè
  • Lady Tarin, Celine Waka
  • LadyTarin, Michela Filicudi
  • LadyTarin, Michela
  • Marco Craig, Witness
  • Toni Thorimbert, Seduction of Photography