sdr

Quattro passi sul cristallo

Un divertente effetto fotografico che simula una passeggiata sul display dello smartphone per stupire i vostri amici. Senza rischi per il vostro apparecchio.

di Antonio Arminio

Con quello che costano non lo fate! È molto più semplice leggere l’articolo e arrivare fino in fondo per capire come ottenere l’effetto di una passeggiata sul display di cristallo del vostro smartphone, giocando sulle distorsioni prospettiche della figura che si creano da questo punto di ripresa.

Quando accendiamo lo smartphone la fotocamera si imposta per default sulla posizione  Grandangolo che offre una prospettiva alterata tale da esasperare le proporzioni dei soggetti in primo piano, facendoli apparire decisamente più imponenti rispetto a quelli situati in secondo piano. Inoltre, riprendendo un solo soggetto dal basso la distorsione renderà le gambe molto più lunghe rispetto al busto, quindi la prospettiva sarà decisamente distorta. Questo effetto crea comunque un’immagine curiosa. Pensate alle stanze degli specchi che si trovano nei luna park che deformano la nostra immagine riflessa, trasformandoci in creature strambe e inquietanti.

In pratica

Chiedete a un vostro amico di salire su un gradino – oppure facciamolo noi stessi – e collocate lo smartphone sulla pedata del gradino inferiore, con il display rivolto verso il cielo e la fotocamera settata in posizione selfie. Poiché sullo schermo dell’apparecchio vedremo l’immagine del soggetto, potremo aggiustare la posa e la posizione dello smartphone prima realizzare lo scatto. Quest’ultimo potrà essere fatto in due modi: il primo, regolando il timer dell’autoscatto su un ritardo di almeno cinque secondi e avere così il tempo di abbassarci, premere il pulsante, metterci in posizione e aspettare lo scatto; il secondo, procurarci un comando a distanza con cui scattare mentre siamo in posa. Di comandi remoti se ne trovano diversi in commercio che, collegandosi al bluetooth dello smartphone, scattano nel momento in cui premiamo l’apposito pulsante.

Consigli paratici

L’esposimetro dello smartphone sarà certamente ingannato dallo sfondo del cielo, più luminoso del soggetto, che rischia di far risultare quest’ultimo troppo scuro. Per evitare l’inconveniente, prima di scattare è necessario toccare il display in corrispondenza della sagoma del soggetto, in modo che sia la messa a fuoco, sia l’esposizione vengano calcolate su di lui e non sul cielo.

Inoltre è importante sistemare lo smartphone con il pulsante di scatto rivolto verso l’alzata dello scalino sul quale si trova il soggetto ma a una distanza sufficiente a escludere dall’inquadratura il bordo dello scalino superiore; in tal modo una porzione maggiore della scarpa viene ripresa fin quasi al bordo superiore dell’immagine dando l’impressione che il soggetto passeggi sul display.

Un piede dovrà essere appoggiato per qualche secondo sul bordo dello scalino con il solo tacco, mentre l’altro dovrà uscire a metà, in modo da ricreare il movimento della falcata.

All’inizio bisognerà farci un po’…il piede, ma con un po’ di pratica diventerà tutto molto semplice e divertente.

Avvertenza per le donne: occhio se decidete di passeggiare sullo smartphone indossando la gonna! Buona passeggiata. Aspettiamo le vostre foto.

(la versione integrale dell’articolo è pubblicata su “Fotografare” #18, Aprile 2021)

> ABBONATI

Per scattare possiamo usare un telecomando che “dialoghi” con lo smartphone via bluetooth.
sdr

Vuoi pubblicare le tue fotografie sul sito fotografaremag.it e sulla rivista Fotografare? Hai un portfolio al quale vuoi dare visibilità? Inviaci i tuoi lavori, i migliori saranno recensiti e pubblicati.