Varanasi, Uttar Pradesh, India, 1984
Varanasi, Uttar Pradesh, India, 1984

Steve McCurry. Leggere. In mostra a Torino fino al 1° luglio

Un omaggio alla lettura, atto intimo e universale dell’uomo, e alla capacità della parola scritta di far viaggiare chi si nutre di essa nel tempo e nello spazio, nella realtà e nell’immaginazione, senza spostarsi fisicamente. È il tema della mostra inaugurata lo scorso9 marzo e visitabile fino al 1° luglio, con cui Steve McCurry torna in Italia, nella Corte Medievale di Palazzo Madama, a Torino
L’esposizione comprende una selezione di 65 fotografie, realizzate dal fotografo in oltre quarant’anni di carriera, che ritraggono persone di tutte il mondo intente nella lettura. Immagini in cui quasi sempre l’autore, contrariamente ad alcuni dei suoi ritratti che lo hanno reso celebre nel mondo, non interagisce con i soggetti ma si limita a osservarli a distanza. 
Diversi sono i contesti esplorati: dai luoghi di preghiera in Turchia alle scuole, dalle periferie indiane, all’Asia orientale, fino alle strade in cui si svolgono i mercati in Italia. Ma ci sono anche immagini riprese in Afghanistan, a Cuba, in Africa e negli Stati Uniti, patria di McCurry. Giovani, anziani, religiosi, laici, ricchi, poveri; agli occhi del fotografo le differenze sociali e culturali si annullano quando si apre un libro o un giornale; in tal senso, l’interesse per la lettura diventa uno strumento che garantisce eguaglianza e dignità intellettuale, e per questo va considerato un bene universale.
La mostra è curata da Biba Giacchetti che spiega: «Il rapporto che l’autore ci porge non è più con il soggetto ritratto, come ci ha abituato, ma tra il soggetto e la parola scritta. Ci invita ad osservare un universo traslato in cui le persone che leggono sono totalmente assorbite da altro». 
Il percorso espositivo è arricchito da contributi letterari scelti dallo scrittore Roberto Cotroneo che accompagnano i ritratti in un viaggio su binari paralleli in cui il visitatore può stabilire un rapporto diretto ed emozionale con la lettura e le immagini. 
Completa la mostra la sezione Leggere McCurry, dedicata ai numerosi libri pubblicati dal fotografo, a partire dal 1985 fino a oggi, e tradotti in diverse lingue; tra questi, anche il volume edito da Mondadori contenente le immagini che hanno ispirato la mostra torinese. Tutti i libri sono accompagnati dalle fotografie utilizzate per le copertine, la maggior parte delle quali sono diventate icone che hanno accresciuto la fama dell’autore in tutto il mondo.
Con la mostra di Steve McCurry, Palazzo Madama riprende nel 2019 l’attività espositiva dedicata alla fotografia, che in un recente passato aveva suscitato grande successo di pubblico presentando retrospettive di altri celebri fotografi e rassegne tematiche.

La Mostra

Steve McCurry. Leggere

Palazzo Madama, Corte Medievale
Piazza Castello, Torino

Apertura: 9 marzo 2019 – 1 luglio 2019

A cura di Biba Giacchetti e Roberto CotroneoFondazione Torino Musei/ Palazzo Madama
Civita Mostre e Musei

Orari: tutti i giorni,10-18. Chiuso il martedì. La biglietteria chiude un’ora prima.
Biglietti: intero 10 €, ridotto 8 € (gruppi min. 15 persone), ridotto under 25 (da 6 a 25 anni) 6 €. Gratuito per minori di 6 anni, disabile e accompagnatore. 
Ingresso libero Abbonamento Musei e Torino Piemonte card.

Info: tel.011 4433501
www.palazzomadamatorino.it

Crediti immagini: © Steve McCurry

  • Chiang Mai,Tailandia, 2012
  • India, 1983
  • Jodhpur, India, 1996
  • Kunduz, Afghanistan, 2002
  • Kuwait City, Kuwait, 1991
  • Mandalay, Birmania, 2013
  • Omo Valley, Etiopia, 2013
  • Roma, Italia, 1984
  • Sana’a, Yemen, 1997
  • Smerderevo, Serbia. 1989